Archivio dei tag blu

Dicartelli e stampe

La scelta dei colori in pubblicità e psicologia

La scelta dei colori in pubblicità e psicologia, questo tema è alla base di una scelta stilistica, il progetto secondo cui scegliendo un determinato colore oltre a riferirci ad un certo tipo di targhet, offriamo sensazioni diverse a chi guarda il nostro logo o pubblicità; inutile dire che bisogna essere preparati sull’argomento ed una buona preparazione porta ad una MAGGIORE ATTRATTIVA e migliore stampa.

…piccolo consiglio…

E bene sapere che se voglio un colore particolare, che sia sempre della stessa tonalità, non posso fare affidamento solo a quello che vedo a video, perché i colori potrebbero cambiare di tonalità in fase di stampa, quindi per essere sicuri di poter scegliere in un colore che resti sempre uguale, dovrò fare affidamento alla mazzetta di colori PANTONE Solid coated, conosciuta in tutto il mondo e alla quale milioni di persone fanno affidamento per la riuscita ottimale della stampa.

La scelta dei colori in pubblicità e psicologia: PSICOLOGIA APPLICATA

Una breve sintesi della valenza psicologica dei colori rosso, giallo, arancione, verde, blu, indaco,viola, bianco grigio e nero. La psicologia dei colori descrive il significato psicologico oggettivo delle varie tonalità.

ROSSO:

  • Rosso. Utilizzato nel marketing per attirare l’attenzione, è un colore che crea una sensazione di urgenza. è un colore vitale nonché il primo che i bambini percepiscono, ha quindi la capacità di attirare immediatamente l’attenzione dei potenziali clienti. Stimola impulsività, emozione e stuzzica l’appetito, è infatti un colore molto usato dai brand alimentari (Coca-Cola, Barilla e Ferrero vi dicono niente?) ma anche nelle insegne per saldi e promozioni. Perfetto per chi non vuole rinunciare ad essere notato!
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

E’ il principio maschile, attivo; indica il fuoco, la gioia, la festa, l’eccitazione, rappresenta anche il sangue e le passioni violente. Nell’alchimia rappresenta l’uomo, il sole, lo zolfo, l’oro. Per gli Indiani d’America significa gioia e fertilità. Ha il significato della vita e del calore. Il sangue è rosso.

GIALLO:

  • Giallo. È il colore della chiarezza e dell’ottimismo, però ricordate che stanca velocemente la vista quindi meglio non abusarne.
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

E’ il colore che più ricorda il Sole, esprime quindi un movimento di espansione. La scelta del giallo quindi è ricerca del nuovo, del cambiamento, della liberazione dagli schemi. Sinonimo di vivacità, estroversione, leggerezza, crescita e cambiamento. Stimola l’attenzione e l’apprendimento, acuisce la mente e la concentrazione. Stimola la digestione (anoressia, inappetenza, flatulenza, emorroidi interne, eczema). Aiuta ad eliminare le tossine attraverso il fegato e l’intestino.

ARANCIONE:

  • Arancione. Conosciuto per essere il colore che spinge all’acquisto, è considerato molto aggressivo quindi meglio non esagerare. L’arancione, essendo dato dall’unione di rosso e giallo, presenta le caratteristiche di questi due colori mescolate tra di loro. E’ in assoluto il colore della creatività e dell’energia mentale e non; nell’ambito dei colori per il web è perfetto per i pulsanti di call to action, per i box di offerta e per tutti i bottoni che mirano a far fare un’azione a chi sta leggendo.
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

Nella cultura giapponese e cinese è associato all’amore a alla felicità. E’ il colore della crescita, simboleggia il sole nascente, è il colore della gioia. Tendenzialmente aumenta la pressione arteriosa. Rappresenta la vitalità, quindi molto utile in caso di irrigidimenti tipo sclerosi, ateriosclerosi; rigenera il tessuto nervoso e ricarica chi è stanco. Stimola la respirazione profonda.

VERDE:

  • Rilassa, favorisce la serenità ed è sinonimo di rinnovamento, natura e crescita. Ed eccoci di nuovo ad un’associazione più che innata! Il verde è il colore della natura, viene da sè quindi come evochi sensazioni di pace, tranquillità e affidabilità. Difficilmente per tutto ciò che è biologico e green c’è un colore più adatto, ma è molto apprezzato anche da  marchi come XNEON&LED, Acer, Wathsapp e Android che, producendo beni costosi o di largo consumo, vogliono creare una certa fiducia.
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

E’ il colore della Natura, del mondo vegetale. Indica immaturità. Per i buddisti rappresenta la vita. E’ un colore neutro, rilassante, favorisce la riflessione e la calma. Disintossica e decongestiona l’organismo. E’ molto utile in caso di mal di testa, nelle nevralgie e nelle febbri.

BLU:

  • Blu. È in assoluto il colore più utilizzato dalle aziende perché trasmette sicurezza e fiducia. Signore e signori, ecco a voi il colore più utilizzato da piccole e grandi aziende per la loro immagine coordinata! Il blu è stato scelto nel 53% circa dei loghi dei brand più famosi, ma come mai tra tanti colori proprio questa tinta è riuscita a conquistare più della metà dei marketers? Il blu è il colore preferito del 42% della popolazione mondiale ed è considerato emozionalmente all’opposto del rosso, al contrario di quest’ultimo infatti il blu ispira riflessività e pensiero ponderato, ispira lealtà e predispone a un’attitudine positiva. Dal logo della Polizia di Stato ai dei social network più famosi a quelli di banche e assicurazioni, il blu è senza dubbio la scelta di chi vuole farsi accettare dal pubblico.
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

Rappresenta l’intelletto, la verità, la fedeltà, la costanza, Il Blu è il colore della grande profondità, il principio femminile. Per i buddisti rappresenta il Cielo. E’ purificante ed è il colore dello spazio. Induce all’introspezione, alla sensibilità, alla calma e serenità. Molto utile in caso di stress, nervosismo, ansia, insonnia, irritabilità e infiammazioni. Ha proprietà antisettiche, astringenti e anestetizzanti. Si usa in tutti i sintomi che sviluppano calore e nei dolori: mal di gola, laringiti, raucedine, febbre, spasmi, reumatismi.

BLU INDACO:

L’indaco è un grande purificatore del sangue e ha una spiccata azione sulla mente. E’ un colore molto freddo e astringente. Induce una forte concentrazione mentale. Si usa nella cataratta. Un vestito blu rilassa chi lo indossa. Nell’illuminazione crea spazio ed è molto rilassante.

VIOLA:

  • Viola. Generalmente viene percepito come il colore del mistero, ispira serietà, saggezza e lusso. Il viola è un colore molto particolare, nel mondo Occidentale strettamente legato all’introspezione e alla spiritualità. E’ un colore che nel marketing trasmette eleganza, prestigio ed è perfetto per tutti quei brand che si rivolgono a una nicchia e per questo vogliono trasmettere pregio e senso del lusso ma anche per tutte quelle aziende che vogliono evocare il magico e il misterioso, una tra tante la Disney. 
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

Sinonimo di intelligenza, conoscenza, devozione religiosa, santità, sobrietà, penitenza. E’ il colore con la maggior frequenza e l’energia più alte dello spettro visibile. Rappresenta la porta dell’aldilà. E’ il colore del cervello destro (analogico). Il viola ha una grande influenza sul sistema nervoso: epilessia, meningite, crampi, tumore, debolezza reni. E’ rilassante e utilissimo nei traumi del cranio, nell’insonnia.

GRIGIO:

  • Il colore neutro per eccellenza; esprime solidità, durevolezza e resistenza, tutte caratteristiche associate al metallo. Non a caso molte case automobilistiche l’hanno scelto per i loro loghi, come anche le aziende che ruotano attorno al mondo dell’informatica, basti pensare a Wikipedia e Apple.
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

E’ neutro. Simboleggia la depressione, l’umiltà. Indossato pone una barriera tra sé e gli altri. Andrebbe evitato dai paurosi

MARRONE:

  • Comfort, tranquillità, artigianalità, ecco cosa evoca il color marrone. In base alla tonalità e all’intensità può trasmettere un’idea di “vintage di classe” (probabilmente Louis Vuitton cercava proprio questo!) oppure di rustico. E ovviamente tutti coloro che lavorano con il legno o con la cioccolata saranno fortemente tentati dallo scegliere il marrone per la loro brand identity.
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

Rappresenta il colore della Madre Terra, del legno, per cui si associa alle cose solide e durature. La preferenza di marrone simboleggia mancanza di radici però al contempo aiuta ad essere pratici e non dispersivi. E’ ottimo come colore nei pavimenti perché rappresenta la terra, da stabilità.

ROSA:

  • Rosa. Romanticismo e femminilità nel mondo occidentale sono associate a questo colore, che viene scelto da chi si rivolge a un pubblico di donne.
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

Rappresenta l’amore e la gentilezza. Agisce in maniera spiccata sul sistema nervoso rilassandolo e migliorando la vista.

NERO:

  • Nero. Associato a raffinatezza, eleganza e lusso, viene utilizzato prevalentemente dai brand di fascia alta. Il bianco e il nero non sono propriamente colori, possono infatti essere usati in accoppiata con un altro colore per creare un contrasto oppure abbinati l’un l’altro per ottenere un logo minimalista e puro, qualcosa di iconico e ad alto impatto visivo. Nike, Adidas, Gucci e Converse sono solo alcuni rappresentati di questa scelta sempre attuale.
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

Rappresenta l’oscurità, il vuoto, il male. E’ un non-colore, cioè è assenza di colore, e tuttavia viene utilizzato per rendere più densi altri colori. In genere si indossa perché attira, in quanto si rimane nascosti da un velo di mistero. Pone una barriera tra la persona e il mondo. Ha un effetto depressivo.

BIANCO:

Rappresenta la luce, la semplicità, il sole, l’aria, l’illuminazione, la purezza, l’innocenza, la castità, la santità, la sacralità, la redenzione. La luce bianca contiene tutti e sette i colori dell’iride, è vitalizzante, rigenera l’organismo, schiarisce la mente.

La scelta dei colori in pubblicità e psicologia:

Preferenze uomo donna

La scelta dei colori in pubblicità e psicologia oltre ai generici significati che vengono associati ai colori, secondo la neuroscienza, c’è un altro importante fattore da tenere presente nel momento in cui si devono scegliere le tonalità che rappresenteranno il nostro brand.

La scelta dei colori in pubblicità e psicologia UOMO DONNA, Si tratta cioè dell’approccio che femmine e maschi hanno al colore: a seconda del sesso, infatti, esistono diverse preferenze di colore.

Dallo studio di Joe Hallock “Associazioni dei colori” emerge che il blu è il colore preferito da entrambi i sessi; il viola, al secondo posto nella classifica delle donne, è invece assente da quella maschile ed ecco il motivo per cui prodotti destinati a un target di uomini non sono mai di colore viola! Il verde è nella top 3 di entrambi mentre arancione e marrone sono quelli meno apprezzati sia dagli uomini che dalle donne. Inoltre, pare che i colori tenui e chiari siano più apprezzati dal sesso femminile; gli uomini tendono a preferire colori brillanti e tonalità più scure.